Chi Siamo-A.s.d. Scuola del Cammino Fitwalking Italia

A.s.d. Scuola del Cammino Fitwalking Italia

Chi Siamo

La Scuola del Cammino nasce a Saluzzo nel 2001 da un’idea dei fratelli Damilano per valorizzare la storia che accompagna la loro vita sportiva e quella di molti marciatori di vertice mondiale come Annarita Sidoti, Elisabetta Perrone, Erika Alfridi, Lorenzo Civallero, Arturo Di Mezza, Michele Didoni e Gianni Perricelli. Tutti atleti vincitori di medaglie a livello internazionale e che si sono allenati o hanno avuto riferimenti diretti con la “scuola” di Damilano.

Con la nascita della Scuola del Cammino acquisisce sempre maggior importanza il progetto che i fratelli Giorgio e Maurizio avevano da poco strutturato per il Fitwalking, la disciplina che negli anni diverrà il riferimento più attuale del mondo del cammino e della proposta motorio sportiva in Italia e non solo.

Tra le prime attività della “scuola” vi è il progetto ideato per il Comune di Saluzzo, denominato “Saluzzo Città del Cammino”, che sotto l’amministrazione guidata da Stefano Quaglia avrà i maggiori supporti e la spinta decisiva per imporsi come realtà forte e organizzata, ponendo inoltre Saluzzo al vertice di un virtuoso processo di innovazione e di notorietà nazionale ed internazionale.

Sempre nello stesso periodo nascono diverse attività che vedono la “scuola” divenire sempre più riferimento del mondo del camminare popolare, amatoriale e agonistico a tutti i livelli. Il Centro Studi e Ricerche sul Cammino è uno dei primi fiori all’occhiello di questa realtà, così come lo spunto per la nascita della rivista “Camminare” e il progetto Città per Camminare e della Salute che ha nella Regione Piemonte il primo forte sostenitore. Il Centro Studi e Ricerche riunisce scienziati e ricercatori dello sport e della salute per evidenziare studi e documenti che sostengono l’importanza del cammino quel principale elemento per stili di vita corretti, un adeguato movimento, benefici salutistici e sport.

Il Fitwalking rimane il cuore dell’attività della “scuola” anche se la parte sportiva darà lustro e risonanza mondiale a questa realtà. Saluzzo diviene quindi il cuore pulsante del Fitwalking in Italia, tanto che la Scuola del Cammino, nata inizialmente come Fondazione e divenuta poi Associazione Sportiva Dilettantistica, aggiungerà alla denominazione il termine Fitwalking Italia.

Nel 2004 nasce il Fitwalking del Cuore, l’evento di cammino che rappresenta oggi il più partecipato momento aggregativo per camminare. Nell’ultima edizione del 2018 sono stati 10.000 i camminatori che hanno preso parte a questa manifestazione.

 

La FIDAL (Federazione Italiana di Atletica Leggera) sceglie proprio questo centro come riferimento permanente di preparazione per i propri marciatori. Il Centro Federale di Marcia, inaugurato dal segretario Generale della Fidal Gianni Storti vedrà fare base a Saluzzo tutti i migliori atleti italiani dai campioni olimpici Ivano Brugnetti e Alex Schwazer, a Giorgio Rubino e tanti altri giovani che caratterizzeranno la scena della marcia italiana ed internazionale dal 2004 al 2012, anno in cui si chiude il rapporto con la Federazione.

Anche la IAAF (Federazione Mondiale di Atletica) decide di assegnare al centro di Saluzzo l’etichetta di ATC (Authorized Training Centre) e proprio in questo ambito Saluzzo avrà il piacere di ospitare per periodi di preparazione tanti big della marcia mondiale. Tra tutti ricordiamo l’ecuadoriano Jefferson Perez uno dei più medagliati atleti della storia della marcia che preparerà a Saluzzo il suo terzo successo mondiale (Osaka 2007) e la sua ultima partecipazione olimpica culminata nella conquista della medaglia d’argento (Pechino 2008). Tanti i paesi che usufruiscono di questo centro di eccellenza: Svizzera, Giappone, Gran Bretagna, Irlanda, El Salvador, Equador, Australia e in fine la Cina.

La Cina da ormai 10 anni ha elevato Saluzzo e la “scuola” a quartier generale dei propri atleti che cui passano oltre 6 mesi l’anno sotto la guida di Sandro Damilano. I successi ottenuti dai marciatori orientali sono di altissimo profilo: 2 ori olimpici (2016) e 2 ori mondiali (2011 e 2015), 2 argenti olimpici (2012 e 2016) e 4 argenti mondiali (2011, 2013, e 2015), 2 bronzi olimpici (2012) e 1 bronzo mondiale (2009), solo per rimanere ai successi di maggior prestigio.

 

L'A.S.D. Scuola del Cammino Fitwalking Italia è però soprattutto un'eccellenza locale che valorizza il territorio saluzzese, cuneese e piemontese.

Sotto questo profilo la sua importanza è assolutamente strategica in quanto la “scuola” rappresenta un esempio lampante di originalità e di professionalità inserite nella tradizione di quest’are del Piemonte che produce eccellenza in tanti campi.

Oggi la “scuola” è organizzata come ASD e conta su un numero rilevante di persone (soci) che praticano il Fitwalking e sono legate a questa attività in varia forma. Al vertice rimangono i fratelli Giorgio e Maurizio Damilano che continuano a spendersi nella promozione di questa attività e nella valorizzazione del loro territorio.

L'ASD prosegue nell’organizzazione del Fitwalking del Cuore al quale affianca altre organizzazioni di rilievo sul territorio. Lavora con il mondo delle associazioni no profit e con il mondo della scuola dove da alcuni anni porta avanti un progetto di avviamento motorio e conoscenza dello sport per i circoli scolastici delle primarie di Saluzzo e Pinerolo.

 

Per ultimo, ma non certo per importanza, vi è il rapporto con il mondo della salute. La “scuola” ha ricevuto negli anni diversi riconoscimenti tra cui il premio “medal August e Marie Krogh” per il progetto realizzato con la Regione Piemonte “Citta per Camminare e della Salute”. Viene chiamata dal Ministero della Salute a fare parte per l’area esercizio fisico del progetto DOWN Italia per la malattia diabetica.

Questo sistema organizzativo virtuoso vuole sempre più porsi come espressione del territorio in cui è collocato e del Piemonte in generale, provando anche ad offrire la sua immagine e operatività di eccellenza per promuovere altre realtà locali che desiderano portare avanti lo stesso spirito: fare rete per evidenziare la qualità del prodotto, della produttività e della qualità ambientale e naturalistica del saluzzese e del Piemonte.